Il mare calmo non rende bravo il marinaio.– Proverbio Africano

Hai frequentato un corso di formazione in mediazione familiare GeA?

Di sicuro avrete avuto notizia della recente entrata in vigore del regolamento sulla disciplina professionale del mediatore familiare contenuto nel decreto interministeriale 27 ottobre 2023 n. 151.

La nuova disciplina introduce requisiti stringenti per l’esercizio dell’attività: requisiti che ineriscono l’onorabilità (art. 3 DM 151/2023), i titoli per l’accesso alla professione (art. 4 DM 151/2023) e la formazione iniziale (art. 5 DM 151/2023).

A tali requisiti si aggiungono quelli richiesti dall’art. 12 quater disp. att. c.p.c. per chi, avendone i requisiti, volesse iscriversi all’elenco dei mediatori familiari istituendo presso i vari tribunali in ossequio alle previsioni della Riforma Cartabia.

Il regolamento prende altresì in considerazione le realtà esistenti al momento della sua entrata in vigore (15 novembre 2023) e agli artt. 4, comma 2, e 5, comma 11, individua una duplice sorta di clausole di salvezza la cui interpretazione non è così chiara ed inequivoca.

Le indicazioni così rigide per l’operatività di queste sanatorie, piuttosto che quelle per l’iscrizione negli elenchi, imporranno necessariamente quanto meno una integrazione della formazione acquisita, declinata in relazione alla tipologia e durata del percorso formativo svolto e al momento in cui ciascuno di voi si trova professionalmente.

La nostra scuola sta lavorando proprio per individuare linee operative volte a proporre un’integrazione formativa – naturalmente indirizzata solo, né potrebbe essere altrimenti, a chi è associato – diversificata in relazione alle vostre differenti situazioni.

Ci è parso che un incontro su zoom potrebbe essere la giusta occasione, da un lato, per affrontare dubbi e perplessità che la norma genera e, dall’altro lato, per proporvi le nostre soluzioni formative sulle quali, come detto, stiamo lavorando alacremente.

Abbiamo calendarizzato l’incontro per:

Sarà bello, per chi vorrà partecipare, potersi ritrovare.

Un caro saluto

Chiara Vendramini, Presidente GeA

Daniela Rodella, Vicepresidente GeA

Fulvio Scaparro Direttore scientifico GeA



Comments are closed.