Il mare calmo non rende bravo il marinaio.– Proverbio Africano

Pacificare le relazioni familiari – Tecniche ed esperienze di mediazione familiare

Mediazione familiare: non un obbligo, ma un’opportunità da cogliere

Divorzio e affido: finalmente, nel nuovo libro curato da Fulvio Scaparro e Chiara Vendramini, tutte le risposte su uno strumento indispensabile alla buona separazione tra genitori, di grande attualità, ma per molti aspetti ancora incompreso.

 

Lasciarsi senza lasciare ferite e cicatrici nelle vite dei bambini coinvolti nella separazione; ritrovare una sintonia progettuale ed educativa anche se l’intesa di coppia è venuta meno. Sono questi gli obiettivi possibili per i genitori che decidono di fare un percorso di pacificazione delle relazioni familiari. Perché i genitori che si separano senza farsi la guerra sono genitori responsabili.

Il mediatore familiare, con la sua formazione rigorosa e approfondita e il costante aggiornamento professionale, diventa una risorsa preziosa per la riorganizzazione della famiglia.

Il libro Pacificare le relazioni familiari – Tecniche ed esperienze di mediazione familiare, edito dalla Erickson di Trento, ripercorre la nascita e gli sviluppi della disciplina all’estero e in Italia, lo svolgimento concreto dell’azione del mediatore familiare, anche nei confronti delle nuove forme di famiglia, la possibile integrazione delle sue competenze con quelle dei legali delle parti.

Ma non è solo teoria!

I diversi contributi forniscono numerosi esempi pratici per capire in concreto in cosa consiste l’aiuto. Basato sull’esperienza dell’Associazione GeA Genitori Ancóra, attiva in Italia dal 1987, il libro si rivolge non solo a chi si occupa professionalmente di mediazione familiare (mediatori, avvocati, magistrati, operatori psico-sociali), ma anche a chi a vario titolo è impegnato a fianco e a tutela dell’infanzia e dell’adolescenza: genitori, educatori, pediatri, forze dell’ordine, amministratori pubblici e giornalisti.

Perché una lunga esperienza continui a produrre frutti, va condivisa!



Comments are closed.