Una famiglia sana è normalmente conflittuale perché, anche se oggi è composta da pochissime unità, resta pur sempre un esperimento di convivenza tra diversi, per età, sesso e storie personali– Fulvio Scaparro

Formazione teorico-pratica

Direttore Scientifico: Prof. Fulvio Scaparro

Obiettivi

Promuovere, sviluppare conoscenze, abilità e competenze finalizzati a

  • Intraprendere la professione del mediatore familiare
  • Acquisire approfondite conoscenze sulla mediazione familiareper migliorare la propria professionalità in ambito giuridico, legale, psicologico, educativo
  • Favorire la crescita personale sviluppando una maggiore consapevolezza di sé stessi e affinando le proprie competenze relazionali

Destinatari

Il corso è rivolto a coloro che hanno conseguito la laurea, almeno triennale, nelle seguenti aree disciplinari: Psicologia, Giurisprudenza, Sociologia, Servizio sociale, Scienze della formazione e/o educazione. Possono partecipare, inoltre, psicoterapeuti, psichiatri, neuropsichiatri infantili.

Saranno valutate anche richieste presentata da chi è in possesso di titoli equipollenti alle lauree indicate e “da chi ha un’adeguata e comprovata esperienza professionale, almeno quinquennale, nelle aree sociali, educative, psicologiche e tutte quelle esperienze professionali di gestione della conflittualità nell’area della famiglia, della coppia e delle relazioni sociali” (Norma UNI 11644 – 6.1.1 b)

Metodologia didattica

La metodologia di formazione è esperienziale e si basa su didattica attiva, lavori in sottogruppi, simulazioni e role playing, esercitazioni e studio di casi reali. I docenti forniranno agli allievi strumenti di autovalutazione per monitorare i progressi d’apprendimento, offriranno colloqui individuali di confronto e li affiancheranno con un tutor d’aula.

Contenuti

  • Teoria del conflitto e il conflitto familiare
  • Nozioni di psicologia dello sviluppo
  • Elementi di Diritto di famiglia e rapporti fra diritto e mediazione familiare
  • La mediazione familiare GeA: definizione, tecniche e ambiti di applicazione
  • La figura del mediatore familiare
  • Tecniche di facilitazione della comunicazione
  • Il percorso di mediazione: i primi contatti, la pre-mediazione, la negoziazione, la conclusione
  • La mediazione familiare nelle nuove realtà sociali e nei diversi contesti familiari
  • La gestione del rapporto tra mediatore familiare e altri professionisti e servizi

Programma

Il corso inizia il 6 maggio 2022 e termina il 23 settembre 2023, come da calendario predefinito e fornito ai corsisti prima dell’iscrizione, ed è così suddiviso:

Formazione teorico-pratica (240 ore):

  • Lezioni teorico-pratiche in presenza, divise in 13 moduli di 2 giornate consecutive (venerdì e sabato dalle 9.30 alle 17.30) a cadenza mensile.
  • 4 Seminari specialistici in presenza o online. I seminari si svolgono nelle giornate di sabato.
  • 4 incontri in FAD (formazione a distanza) per un totale di 9 ore (date e orari come da calendario).

Tirocinio (20 ore)

  • 14 ore di lavoro individuale su materiale video (7 colloqui di mediazione condotti da un mediatore esperto) e stesura di un elaborato di analisi dei singoli colloqui.
  • 2 incontri in FAD (1 luglio 2023 e 23 settembre 2023) di 3 ore ciascuno per analizzare il lavoro svolto individualmente.

Durante lo svolgimento del corso sono previsti dei test di verifica sia teorici che pratici e la stesura di una breve tesi compilativa o di ricerca per valutare i requisiti di conoscenza, abilità e competenza acquisiti dai corsisti.

Attestato

A coloro che hanno frequentato almeno 200 ore del corso di formazione teorico-pratico e raggiunto i requisiti di conoscenza, abilità e competenza richiesti, viene rilasciato un attestato che autorizza ad avviare la pratica della mediazione familiare da sottoporre alla supervisione dei docenti dell’Associazione GeA. (Norma UNI 11644 6.1.3)

Accreditamenti

Saranno richiesti i crediti al Consiglio Nazionale Forense e all’ Ordine degli Assistenti sociali della Lombardia.

Sede

Le lezioni in presenza si terranno a Milano, presso un’aula all’interno della Basilica di San Marco in Piazza San Marco 2.

Le lezioni si terranno nel rispetto delle norme anti-COVID in vigore durante la durata del corso e per accedere verrà richiesto il Green Pass. In caso di lockdown le lezioni in presenza verranno sostituite da lezioni in FAD.

Costo

Il costo del Modulo A è di € 3400 (importo non soggetto a IVA e pagabile in 6 o più rate da concordarsi preventivamente) e comprende:

  • 240 ore di formazione teorico-pratica
  • 20 ore di tirocinio
  • Supporto personalizzato al corsista (tutor d’aula, colloqui d’orientamento e momenti di confronto personalizzati durante il corso)
  • Una copia del volume “Pacificare le relazioni familiari – Tecniche ed esperienze di mediazione familiare” Scaparro e C. Vendramini (a cura di), ed. Erickson
  • Accesso allo spazio riservato sul sito associazionegea.it con materiali integrativi alla formazione e tutti i materiali didattici utilizzati durante il corso.

Gli iscritti devono versare la quota associativa per gli anni 2022 e 2023 (€ 50 l’anno)

Iscrizione

Inviare all’Associazione GeA ([email protected] ) la domanda di ammissione, non vincolante, che trovate di seguito e sul sito (www.associazionegea.it) corredata da un curriculum vitae così da concordare un successivo colloquio conoscitivo.

L’iscrizione si perfezionerà con il saldo della I rata (€ 500,00 + € 50 di quota associativa).

Docenti

Le giornate di formazione sono condotte da docenti con pratica riconosciuta di mediazione familiare e da specialisti esperti nelle materie affrontate. Alcune lezioni sono condotte dal Prof. Fulvio Scaparro, Direttore scientifico dell’Associazione GeA.


Back to Top ↑